Denominazione – Sede – Scopi

ARTICOLO 1

È costituita, con sede in Castelvetrano, in via Raffaele Caravaglios n. 27, l’Associazione “Collegio dei Rossi”.

 

ARTICOLO 2

L’Associazione è apolitica e non ha finalità di lucro, persegue esclusivamente finalità di solidarietà sociale nel campo della tutela e della valorizzazione della natura e dell’ambiente, nella divulgazione dell’arte e della cultura.

Essa si propone di promuovere, conservare e favorire sia in Italia che nel mondo il territorio, i suoi cittadini, la propria cultura, nonché i propri servizi.

A tal fine l’Associazione potrà:

  • Promuovere le attività che comportano lo studio, l’incentivazione, la salvaguardia e la valorizzazione delle risorse naturali, artistiche e culturali del territorio, con particolare riguardo alle tradizioni, alla storia e all’economia;
  • Promuovere manifestazioni culturali e artistiche, organizzare iniziative di carattere sociale;
  • Organizzare spettacoli cinematografici, teatrali, musicali, afferenti lo scopo sociale;
  • Organizzare mostre, conferenze, convegni, dibattiti e quant’altro inerente lo scambio di informazioni interculturali;
  • Partecipare, cooperare, collaborare e/o gemellarsi con altre Istituzioni, siano esse italiane o straniere;
  • Promuovere la pubblicità e la commercializzazione dei prodotti e dei servizi del nostro territorio;
  • Stampare e divulgare materiale di informazione, bollettini, documenti, pubblicazioni, produrre audiovisivi e tutto quanto concerne gli scopi dell’Associazione;
  • Curare iniziative tipo seminari, conferenze, incontri, manifestazioni di divulgazione e informazione sui problemi del territorio;
  • Raccogliere fondi e beni di ogni genere, anche organizzando campagne di solidarietà;
  • Promuovere attività di formazione;
  • Organizzare corsi di aggiornamento teorico/pratici per educatori, insegnanti, operatori sociale e economici, liberi cittadini, corsi di perfezionamento e di istituzione di gruppi di ricerca.

Per l’espletamento di quanto sopra, l’Associazione può utilizzare quale efficace veicolo per il raggiungimento delle sue finalità, il mondo web attraverso un sito internet con dominio web.

L’Associazione può svolgere ogni operazione mobiliare e immobiliare e ogni altra attività patrimoniale ed economica, che ritenga utile per il conseguimento delle proprie finalità e può accedere a contributi o sovvenzioni di qualunque natura da parte di enti nazionali e sopranazionali, nonché ricevere donazioni.

 

Soci

ARTICOLO 3

L’Associazione ha le seguenti categorie di Soci:

  1. Fondatori;
  2. Ordinari;

 

ARTICOLO 4

Sono Soci fondatori coloro che hanno partecipato alla costituzione dell’Associazione.

Sono soci ordinari tutti coloro che vengono ammessi successivamente su domanda del Consiglio Direttivo.

I Soci onorari sono scelti dal Consiglio Direttivo tra le persone di particolare merito in relazione agli scopi dell’Associazione; essi sono esonerati dal pagamento della quota sociale.

 

ARTICOLO 5

I soci sono tenuti al pagamento delle quote annuali e al rispetto del presente statuto e di ogni deliberazione presa dagli organi sociali, di contro, se in regola con gli obblighi sociali, hanno diritto di voto nelle assemblee, e possono essere eletti alle cariche sociali, possono utilizzare i mezzi e le strutture sociali, quando vi sono, in conformità e per i fini istituzionali dell’associazione, e godono di ogni altro beneficio sociale.

 

ARTICOLO 6

Possono essere soci tutte le persone fisicamente maggiori di età.

 

ARTICOLO 7

La domanda di ammissione va presentata al Consiglio Direttivo che decide sulla ammissione a propria discrezione ed inappellabilmente.

 

ARTICOLO 8

I Soci dichiarati morosi perderanno automaticamente i diritti e i benefici offerti dalla Associazione.

 

Assemblea

ARTICOLO 9

L’Assemblea dei Soci è convocata in seduta ordinaria e straordinaria.

La convocazione è fatta dal Consiglio Direttivo con avviso personale.

L’assemblea ordinaria è convocata ogni anno per l’approvazione dei bilanci.

La convocazione in seduta straordinaria può essere fatta in qualsiasi momento, ad iniziativa del Consiglio Direttivo o su richiesta motivata di almeno 2/3 dei Soci aventi diritto di voto.

 

ARTICOLO 10

Tutti i Soci hanno diritto di partecipare alla Assemblea, con diritto di voto, purché si trovino in regola con i pagamento verso l’Associazione e non siano colpiti da sanzioni disciplinari.

È consentita la delega per l’intervento in assemblea, ma ogni socio non può rappresentare più di due Soci.

 

ARTICOLO 11

L’assemblea è valida in prima convocazione con la presenza della metà più 1 dei soci aventi diritto al voto ed, in seconda convocazione, dopo un’ora dalla prima, qualunque sia il numero dei presenti.

 

ARTICOLO 12

L’assemblea ordinaria delibera:

  1. Sul bilancio preventivo e consultivo;
  2. Sulla relazione tecnica e finanziaria del Consiglio Direttivo;
  3. Su tutte le proposte avanzate dal Consiglio Direttivo o dai Soci e poste all’ordine del giorno.

Le proposte dei Soci debbono pervenire al Consiglio Direttivo, che avrà cura di avvertire tutti i Soci almeno quindici giorni prima della data di convocazione della assemblea, almeno un mese prima della convocazione stessa.

 

Consiglio Direttivo

ARTICOLO 13

I componenti del Consiglio Direttivo, di numero variabile a discrezione della assemblea che li elegge si riuniscono, appena eletti dall’assemblea, per la elezione delle cariche sociali.

I posti vacanti determinatisi per qualunque ragione nel Consiglio Direttivo verranno colmati dai soci che nella precedente elezione abbiano riportato il maggior numero di voti dopo i consiglieri eletti.

 

ARTICOLO 14

Al Consiglio Direttivo sono devoluti tutti i poteri per il funzionamento tecnico, amministrativo e organizzativo della Associazione.

Esso esegue le delibere assembleari, decide sulla ammissione dei Soci, vigila sulla osservanza dello Statuto sociale, emana disposizioni per il buon andamento dell’Associazione, adotta provvedimento disciplinari motivati a carico dei Soci ed, in genere, compie tutti gli atti che ritiene opportuni per il buon andamento della associazione, esclusi quelli che per Statuto sono di competenza della assemblea dei Soci.

 

ARTICOLO 15

Il Consiglio Direttivo si riunisce abitualmente ogni quindici giorni per il disbrigo delle questioni di ordinaria amministrazione.

Può essere convocato, inoltre, in qualunque momento, su iniziativa del Presidente tutte le volte che lo ritenga necessario ovvero se ne faccia richiesta scritta, diretta al Presidente, almeno la metà più uno dei suoi componenti.

 

ARTICOLO 16

Il presidente del Consiglio Direttivo rappresenta a tutti gli effetti l’Associazione e presiede il Consiglio.

Il vice Presidente assumerà le funzioni del Presidente in ogni caso di suo impedimento.

 

ARTICOLO 17

I membri del Consiglio Direttivo durano in carica per tre anni.

Le dimissioni della metà più uno dei componenti del Consiglio fa ritenere dimissionario l’intero Consiglio.

 

Bilancio

ARTICOLO 18

L’anno sociale va dal 01 gennaio al 31 dicembre di ogni anno.

Alla fine di ogni anno sociale il Consiglio Direttivo procede alla compilazione dei bilanci, preventivo e consuntivo ed alla stesura del rendiconto finanziario riassuntivo, da sottoporre alla approvazione della assemblea dei Soci entro due mesi dalla chiusura.

 

Scioglimento

ARTICOLO 19

Lo scioglimento della associazione può essere deliberato dalla assemblea dei soci con la maggioranza di almeno 4/5 dei soci aventi diritto al voto.

La stessa assemblea deciderà sulla devoluzione del patrimonio sociale.

 

ARTICOLO 20

Il presente Statuto può essere modificato dalla assemblea con la presenza, in prima convocazione di almeno la metà dei soci aventi diritto di voto, ed, in seconda convocazione, qualunque sia il numero dei Soci presenti.